GLI ONCOLOGI MEDICI TI AIUTANO A SMASCHERARE LE FAKE NEWS
fakeNews
notizia falsa

Bere latte può influire sull’insorgenza del cancro?

E’ falso, non esiste alcuna prova scientificamente valida che un consumo MODERATO di latte, nell’ambito di una dieta equilibrata, esponga ad un maggior rischio di tumore. La letteratura che ha studiato l’associazione tra il consumo di latte e latticini e l’incidenza di specifici tipi di tumore è numerosa, ma non ha portato a conclusioni certe. E’ invece provato che un abuso di grassi e proteine animali espone a un rischio aumentato di tumori. Come sempre, l’equilibrio aiuta a vivere bene e il fanatismo è nemico della scienza.

LA SMENTITA DELLA SCIENZA

Molta letteratura si è accumulata sull’associazione tra il consumo di latte e il rischio di sviluppare tumori. In particolare, grande risonanza, specialmente tra il pubblico non tecnico, ha avuto il libro “The China Study”, che  riporta i risultati finali di uno studio durato più di 27 anni. Lo studio, condotto in Cina dal dottor T. Colin Campbell, assieme al figlio Thomas M. Campbell e in collaborazione con alcune università americane, ha provato a studiare la relazione fra dieta e malattia, giungendo, a detta degli autori, a risultati apparentemente inquietanti: nel dettaglio, da questo lavoro emerge che i grassi e le proteine animali (e in particolare le proteine contenute nel latte di origine animale), avrebbero un ruolo fondamentale nello sviluppo e nell’accrescimento delle cellule tumorali.

In realtà, lo studio è stato ampiamente criticato, in quanto l’associazione tra l’assunzione di uno specifico alimento e il rischio di sviluppare una malattia, o la mortalità complessiva, è potenzialmente gravata da numerosi fattori confondenti [1]. La via considerata corretta per la comunicazione di risultati scientifici è la loro pubblicazione su riviste scientifiche internazionali, che, prima della pubblicazione, sottopongono i risultati alla valutazione di esperti che ne possono giudicare la qualità. Il dottor Campbell ha affidato i suoi risultati ad un libro (in cui, in linea di massima, l’autore può scrivere quello che vuole), senza affidarsi alla revisione indipendente di altri esperti.

Gli autori del China study, e molti altri “detrattori” del latte, hanno identificato nella caseina, che rappresenta la maggioranza delle proteine presenti nel latte, la responsabile della presunta associazione con il maggior rischio di sviluppare tumori. In realtà, interessanti esperimenti pubblicati vari decenni fa hanno evidenziato che il tipo di proteina assunta con la dieta (caseina oppure proteine di origine vegetale) possono essere responsabili, in modelli animali di laboratorio, di un simile stimolo sulla crescita dei tumori: in quegli esperimenti, bastava l’aggiunta di un semplice aminoacido alle proteine di origine vegetale, la lisina, per determinare un effetto simile a quello della caseina [2].

Come ben spiegato  nella pagina AIRC dedicata all’argomento, quindi, dal momento che la lisina è uno degli aminoacidi cosiddetti “essenziali” (vale a dire quelli che la specie umana è obbligata ad assumere con la dieta), in pratica pensare che l’apporto di sole proteine vegetali sia “sicuro”, in termini di rischio di tumori, rispetto alle proteine animali (e al latte in particolare) è probabilmente un’illusione, e non è realmente provato da alcuna seria evidenza scientifica.

Naturalmente, è vero che una dieta eccessivamente ricca di grassi e proteine animali è associata a un rischio aumentato di alcuni tipi di tumore. Quindi, raccomandare l’abolizione del latte per ridurre il rischio di sviluppare tumori (o peggio ancora bandire latte e latticini dalla dieta di chi è già ammalato di tumore) è una forma di fanatismo non suffragato da evidenze scientifiche, mentre è sensato raccomandare una dieta equilibrata, che eviti l’eccesso di grassi e proteine animali, e sia invece ricca di frutta, verdura e fibre. Il latte e i latticini, se assunti in moderata quantità, possono essere parte di una dieta equilibrata [3].

Fonti informative.

  1. È vero che, sulla base del China Study, ci sono prove scientifiche a sostegno di una dieta vegana per ridurre il rischio di cancro?https://www.airc.it/cancro/informazioni-tumori/corretta-informazione/china-study
  2. Schulsinger DA, Root MM, Campbell TC. Effect of dietary protein quality on development of aflatoxin B1-induced hepatic preneoplastic lesions. J Natl Cancer 1989 Aug 16;81(16):1241-5. PubMed PMID: 2569044.
  3. Thorning TK, Raben A, Tholstrup T, Soedamah-Muthu SS, Givens I, Astrup A. Milk and dairy products: good or bad for human health? An assessment of the totality of scientific evidence. Food Nutr Res. 2016 Nov 22;60:32527. doi: 10.3402/fnr.v60.32527. eCollection 2016. Review. PubMed PMID: 27882862; PubMed Central PMCID: PMC5122229.