GLI ONCOLOGI MEDICI TI AIUTANO A SMASCHERARE LE FAKE NEWS
fakeNews
notizia falsa

È vero che esistono “supercibi” in grado di combattere il cancro o contrastarne l’insorgenza?

No, purtroppo i “supercibi” non esistono. Tuttavia, è importante sottolineare che l’alimentazione sana ed equilibrata ha un ruolo importante nella prevenzione dei tumori, e negli scorsi decenni molto si è scoperto sull’importanza degli alimenti e della dieta nell’insorgenza dei tumori.

LA SMENTITA DELLA SCIENZA

Oggi sappiamo che una dieta povera di zuccheri e di carni animali ma ricca di fibre vegetali ha un effetto positivo nel ridurre il rischio relativo di insorgenza del tumore.

Autorevoli studi internazionali hanno evidenziato che un consumo eccessivo di carni rosse, in particolar modo di carni rosse lavorate (salumi, insaccati e carne in scatola), aumenta il rischio di sviluppare alcuni tumori 1. Va però sottolineato che l’aumento del rischio dipende dalla quantità e dalla frequenza dei consumi! In altre parole, non è una fetta di carne mangiata una volta al mese ad aumentare significativamente il rischio di tumori! Per cui, gli esperti ritengono che un consumo modesto di carne rossa (una o due volte a settimana al massimo) sia accettabile, anche perché garantisce l’apporto di alcuni elementi nutritivi preziosi (soprattutto vitamina B12 e ferro), che rischiano di scarseggiare in caso di dieta completamente priva di carne.

D’altra parte, una dieta ricca di frutta e verdure comporta molti benefici per la salute, tra cui una riduzione dell’incidenza di vari tipi di tumore.

Esistono quindi cibi in grado di proteggere in maniera assoluta, garantendo di non ammalarsi di tumore? No.

Esistono strategie alimentari che possono ridurre il rischio relativo di insorgenza dei tumori? Sì. Rispettare le raccomandazioni dell’Organizzazione Mondiale della Sanità aiuta a ridurre il rischio di sviluppare un tumore 2.  Secondo l’OMS, circa un terzo delle malattie cardiovascolari e dei tumori potrebbero essere evitati grazie ad un’alimentazione sana ed equilibrata. Tra le raccomandazioni da rispettare:

  • Evitare l’obesità, mantenendosi snelli per tutta la vita.
  • Mantenersi fisicamente attivi, con un regolare esercizio fisico.
  • Limitare il consumo di alimenti molto calorici, ed evitare il consumo di bevande zuccherate.
  • Basare la propria alimentazione prevalentemente su cibi di provenienza vegetale, possibilmente con cereali non industrialmente raffinati e legumi in ogni pasto, e un’ampia varietà di verdure non amidacee e di frutta. Bisognerebbe assumere cinque porzioni di frutta e verdura al giorno (tra le verdure non vanno comprese le patate).
  • Limitare il consumo di carni rosse (ovine, suine e bovine) ed evitare il consumo di carni conservate.
  • Limitare il consumo di bevande alcoliche.
  • Limitare il consumo di sale (non più di 5 g al giorno) e di cibi conservati sotto sale. Evitare cibi contaminati da muffe (in particolare cereali e legumi).
  • Assicurarsi un apporto sufficiente di tutti i nutrienti essenziali attraverso un’alimentazione variegata ed equilibrata.

Referenze e fonti informative:

  1. Bouvard V, Loomis D, Guyton KZ, et al; International Agency for Research on Cancer Monograph Working Group. Carcinogenicity of consumption of red and processed meat. Lancet Oncol. 2015 Dec;16(16):1599-600.
  2. http://www.who.int/mediacentre/factsheets/fs394/en/